Privacy Policy

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Sono Patrizia Pace, ho 52 anni, sono sposata e vivo a Mezzolombardo. Lavoro come funzionaria della Provincia dal 1992. Dal 2013 lavoro presso l’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili della provincia di Trento.

Patrizia Pace

Ho scelto di candidare nella lista del PATT
• perchè come voi voglio un Trentino normale, perché nel nostro essere normali abbiamo saputo essere speciali
• perchè il nostro orgoglio è quello di chi fa e costruisce, e non di chi distrugge o conquista per logiche lontane, troppo lontane dalle montagne e dalla sua gente
• perchè voglio un Trentino delle CO – Collaborazione, Coinvolgimento, Cooperarzione, Coprogettazione, Conciliazione vita/lavoro
• perchè il benessere di una comunità si costruisce tutti insieme: amministratori e cittadini, ascoltandosi a vicenda, rimboccandosi le maniche, giorno dopo giorno e mettendosi gli uni al servizio degli altri
• perchè voglio alzare lo sguardo al cuore e alla testa di ogni uomo e di ogni donna che in questa splendida terra ci vive, ci lavora, ci studia, in questa Heimat che è il luogo in cui ci si sente “a casa”
• perchè la nostra AUTONOMIA è una cosa seria!

Ed è da questa autonomia, da quello che abbiamo conquistato giorno dopo giorno che dobbiamo partire per migliorare e prenderci cura tutti assieme del nostro Trentino, proprio come buoni padri e buone madri responsabili del futuro dei nostri figli.
Cosa posso fare io a difesa dell’autonomia? Se è vero che una goccia fa il mare, il mare è fatto di tante gocce ed io voglio essere una di quelle gocce a difesa della autonomia della nostra terra!

Credo che ora più che mai ci sia bisogno di umanizzare la politica
• di restituire i sogni e le speranze ai giovani
• di prestare attenzione alle donne, madri e lavoratrici
• di ascoltare chi lavora a testa bassa ed in silenzio, giorno dopo giorno, senza mai chiedere nulla ma lottando per la sua piccola impresa (piccola partita iva)
• di dare voce, ai più fragili a quelli che hanno un’anima ma non riescono ad esprimerla
• di rafforzare il già ottimo rapporto con l’SVP
• di un Trentino che sappia parlare di cultura e identità, perché ciò significa che l’appartenenza ed il fare assieme sono vissuti come fonte di identificazione e visione del bene comune
• di una politica che ammette i propri errori, chiede scusa, ed impara ad ascoltare: non sempre vi sono le risposte ma non può mancare il dialogo

Ed infine credo che tra i compiti civili ed umani di ognuno di noi, vi è quello di farsi carico del bene comune dedicando cioè alla comunità una parte del proprio tempo.
Consigliera di Comunità di Valle e segretaria della sezione PATT Mezzolombardo e vivo il mio impegno politico con passione perché la politica è il nostro modo di vedere ed affrontare la vita e le nostre relazioni, con le sue sfide, le sue gioie, le soddisfazioni, le frustrazioni ed i dolori.
In tutti questi anni, proprio grazie al lavoro ma anche per il volontariato in cui sono impegnata (in ambito sociale e in protezione civile) ho sperimentato il valore della gratuità, dell’attenzione al più fragile, della condivisione di momenti significativi della vita di ognuno di noi, della relazione fatta di reciprocità e solidarietà, di attimi ed emozioni vissute assieme.