Privacy Policy

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Stefano Gatti nuovo coordinatore PATT della Vallagarina. Masera: Franco si candidi alla Presidenza!

07/03/2019

Votati all’unanimità il nuovo Coordinatore Stefano Gatti e il Vicecoordinatore Francesco Mattè. Nel corso dell’Assemblea eletti anche i componenti del Consiglio Provinciale del Partito e i delegati per il Congresso del 24 marzo. I candidati alla Segreteria e Vicesegreteria hanno presentato le loro tesi congressuali.

Si è svolta ieri a Volano l’Assemblea d’ambito delle sezioni della Vallagarina. La riunione, presieduta dal Coordinatore uscente, nonché candidato alla Vicesegreteria, Lorenzo Conci, ha visto la votazione unanime di Stefano Gatti, assessore di Ala, come Coordinatore e di Francesco Mattè, già sindaco di Volano, come Vicecoordinatore. Ad aprire i lavori il Coordinatore uscente nonché candidato alla Vicesegreteria Lorenzo Conci.

“Vorrei ringraziare tutti i numerosi presenti – ha affermato Lorenzo Conci – per essermi stati vicini in questo cammino da Coordinatore. Sono stati anni con momenti difficili, superati, ma anche ricchi di soddisfazioni e risultati positivi, ho ricevuto molto da questa bellissima esperienza di coordinatore del nostro partito; ritengo giusto ora, anche vista la mia candidatura alla Vice Segreteria del PATT, lasciare il posto ad altre persone valide e motivate, persone che ringrazio per aver accolto la richiesta di tutta la Valle di mettersi a disposizione. Il mio augurio quindi di buon lavoro al nuovo Coordinatore Stefano Gatti e al nuovo Vicecoordinatore Francesco Mattè. Da parte mia rimane forte l’impegno e il sostegno alle Sezioni ed al territorio perché credo nei nostri ideali Autonomisti e perché sono convinto dell’importanza di rafforzare e far crescere il PATT soprattutto in questo momento politico dove spirano forte venti nazionalisti e centralisti. Un ringraziamento di nuovo a tutte le Sezioni della Valle per la stretta collaborazione, agli amministratori del PATT nei nostri Comuni, a tutti i vertici del partito ed in particolare a Francesca Aprone che in questi anni mi è sempre stata vicino con un aiuto fondamentale. Se oggi il PATT in Vallagarina è coeso e radicato ed il clima è quello dell’armonia gran parte del merito è anche suo”.

Eletti inoltre i delegati che andranno a partecipare e a poter esercitare il diritto di voto nel prossimo congresso del 24 marzo 2019, dove il Partito Autonomista Trentino Tirolese rinnoverà le proprie cariche politiche. I delegati per la Vallagarina sono 26, eletti all’unanimità su proposta del Coordinatore uscente: Francesca Aprone, Federica Osti, Stefano Gatti, Manolo Fumanelli, Mauro Mazzurana, Walter Comper, Giuseppe Manica, Mario Amadori, Federico Rosina, Roberto Madaschi, Maria Luigia Bettini, Daniela Frisinghelli, Francesco Tranquillini, Cristiano Moiola, Maddalena Carollo, Giulia Graziola, Fioralba Kertusha, Davide Gamberoni, Alan Masala, Alessandro Speranza, Michele Trentini, Matteo Rossaro, Martino Martini, Giovanna Arman, Marco Battistotti e Tullia Boschi. Supplenti: Paolo Cavagna, Mirella Caproni, Federico Rudari, Alfonso Ammirati, Stefano Cappelletti, Italo Fiorini, Luigi Fiorini, Fabrizio Bonfanti, Elda Nicolodi, Roberto Chizzola, Laura Gottardi, Loredana Azzolini, Ivana Tisot, David Debiasi, Alessandro Frasanella, Alessandro Gatti, Piergiorgio Stoffella, Franca Testa, Luigi Pross e Bruna Geuna. Sono stati poi votati anche i componenti del Consiglio provinciale del PATT: Moreno Rizzi, Paola Narra, Diego Chiocchetti, Licia Mittempergher, Franco Nicolodi, Emanuele Valduga, Francesco Traquillini, Federico Masera, Ivana Tisot, Giovanna Arman e Silvano Prosser, ai quali per diritto si aggiunge il Coordinatore Stefano Gatti.

Espletate le fasi procedurali, si è dato il via alla presentazione delle tesi congressuali dei tre candidati alla Segreteria del PATT: Marchiori Simone, Bergamo Roberta e Pedergnana Carlo. A seguire sono state presentate le tesi per la Vicesegreteria di Lorenzo Conci, collegata alla tesi di Simone Marchiori, e di Roberta Bergamo.

Sono stati discussi anche i due documenti programmatici che hanno visto l’intervento di Patrizia Pace in rappresentanza del Movimento femminile e del Consigliere Lorenzo Ossanna come cofirmatario, insieme a Roberto Stanchina, del documento dal titolo: “Il futuro inizia oggi, non domani”.

A nome del Movimento Giovanile ha preso la parola Emanuele Valduga, che ha ricordato ai presenti l’importanza di coinvolgere i giovani nella politica sottolineando che in questo periodo anche il Movimento Giovanile è in fase di rinnovamento e che esiste un gruppo molto attivo a cui tutti i giovani sono invitati a partecipare.

Il Presidente della Commissione Congresso Michele Dallapiccola ha voluto ringraziare i presenti, i candidati alle cariche per il prossimo Congresso e tutti gli eletti, sottolineando il clima costruttivo e di serenità con cui ha avuto inizio la tornata congressuale.

Un saluto anche dal Vicepresidente del Partito Federico Masera. “Ringrazio tutti i presenti. La numerosa presenza di stasera è un segnale importante – ha esordito Masera – che dimostra il legame forte del nostro Partito con la Vallagarina. Approfitto di questa riunione per dire a tutti che non intendo riproporre la mia candidatura a Presidente. Tuttavia, in questo clima costruttivo e di rinnovamento delle cariche del partito vorrei sottolineare l’importanza di eleggere un Presidente cha sia un autonomista convinto, fidato e riconosciuto come garante da tutti. Per questo – ha concluso Masera – sento di chiedere a Franco Panizza che, prendendo atto delle richieste provenienti dalla base del Partito, superi ogni riserva sulla propria candidatura a Presidente del PATT e la formalizzi al più presto, evitando l’imbarazzo dell’ultimo momento”.

A concludere l’Assemblea il Segretario uscente Franco Panizza. “Ringrazio Federico Masera – ha affermato Franco Panizza – per quanto da lui fatto in questi anni per il PATT. Siamo in un momento di passaggio per la Provincia e per il nostro Partito che richiede l’impegno di tutti e uno sforzo supplementare per coinvolgere e valorizzare tutte le persone che vogliono spendersi per la nostra comunità. Quello che abbiamo di fronte oggi è un partito forte e coeso, capace di rinnovarsi con forze nuove, ma tutte con esperienza politica alle spalle. Da parte mia non posso che confermare la volontà di continuare a spendermi nel partito per accompagnare e sostenere la nuova dirigenza e per individuare una proposta politica convincente e utile al Trentino e alla nostra Autonomia. Raccolgo quindi con entusiasmo, ma anche senso di responsabilità una richiesta che è venuta pressoché da tutte le zone del trentino. Ringrazio tutti per la fiducia e confermo già da ora la disponibilità ad essere ancora una volta al servizio del partito”. =