Privacy Policy

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Il Movimento Femminile del Partito Autonomista Trentino Tirolese è stato fondato ufficialmente nel 2006, per dare una maggiore rappresentatività alla componente femminile all’interno del Partito, per stimolare iniziative volte a coinvolgere le donne nella politica attiva e per promuovere attività legislative e di informazione a favore delle donne, dando voce alle loro esigenze.

Il Movimento Femminile è un gruppo che si muove attivamente sia all’interno del P.A.T.T., condividendone e divulgandone i valori autonomisti, sia al di fuori di esso, portando avanti idee e progetti a favore delle questioni che accomunano tutto l’universo femminile.

Il Movimento è un luogo di elaborazione di politiche di genere, proposte legislative e programmatiche, iniziative di formazione politica, promozione del pluralismo culturale e dell’incontro generazionale, di individuazione e organizzazione di campagne di informazione e sensibilizzazione su temi specifici.

Esso ha il compito di promuovere l’accesso delle donne alla politica a tutti i livelli, facendo crescere nella società la consapevolezza dell’importanza della partecipazione femminile all’attività politica e alla vita di partito. Coinvolgere sempre più donne nella vita amministrativa ed economica, a livello comunale e provinciale, preparandole con incontri e seminari, è infatti uno degli obiettivi principali.

Del Movimento Femminile fanno parte tutte le donne iscritte al Partito; queste si sono riunite in congresso nel mese di marzo del 2015 ed hanno eletto il nuovo direttivo del Movimento, all’interno del quale sono state scelte le tre rappresentanti per il ruolo di Coordinatrice, Vicecoordinatrice e Segretaria.

La coordinatrice del Movimento è  Daiana Boller.

Del direttivo fanno parte di diritto la consigliera provinciale Chiara Avanzo e l’onorevole Emanuela Rossini.

Il direttivo, profondamente rinnovatosi negli ultimi anni, è composto da donne dinamiche, preparate e ben inserite nel tessuto economico e sociale del territorio, pronte a costituire un gruppo coeso e operativo su diversi fronti, aperto a spunti e collaborazioni con le sezioni del Partito e con altre realtà, per concretizzare gli obiettivi prefissatisi dal Movimento fin dalla sua fondazione: sviluppare l’identità della donna tutelandone gli interessi famigliari, morali ed economici, promuovere una politica di servizi a favore delle donne, attuando iniziative per lo sviluppo delle pari opportunità nel mondo del lavoro, della società e in tema di pensioni, prevenire e contrastare le violenze di genere, trasmettere i valori legati alla nostra tradizione, individuare sinergie con altre organizzazioni che condividano gli stessi valori e obiettivi.

​Regolamento del Movimento Femminile, pubblicato il 28 Ottobre 2010