Privacy Policy

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

PATT: “Suppletive? Pronti a costruire con chi mette al centro l’Autonomia”

11/04/2019

L’Ufficio politico del PATT, nell’incontro di martedì sera, ha lanciato la sua proposta per le elezioni suppletive di fine maggio.

“Gli autonomisti – afferma il segretario delle Stelle Alpine, Simone Marchiori – in sintonia con quanto stabilito dal recente congresso, ritengono che l’attuale situazione politica necessiti di schemi diversi da quelli fin qui percorsi.

In particolare, per l’appuntamento con le elezioni suppletive, vi è la necessità di esprimere una visione di Trentino lontana dalle contrapposizioni ideologiche, in grado di portare in Parlamento dei rappresentanti autonomisti capaci da un lato di rappresentare la specialità della nostra terra e, dall’altro, di promuovere nei confronti del Governo (qualsiasi esso sia) un’opera di sensibilizzazione sui temi dell’Autonomia.

La nostra proposta, che parte a monte della scelta dei nomi, è rivolta a tutte quelle forze politiche che abbiano la volontà e il coraggio di anteporre l’Autonomia rispetto agli interessi dei singoli movimenti. Condizione necessaria per far nascere questo progetto è la creazione di un cartello in nome dell’Autonomia che vada al di là dei simboli di partito così che possa rappresentare il maggior numero di elettori, anche coloro che non si riconoscono nei singoli partiti.

Un progetto di questo tipo rappresenterebbe una novità assoluta nel panorama politico trentino: un progetto incentrato sulla territorialità, ma non sulla chiusura. Un progetto in grado di coinvolgere andando oltre le contrapposizioni ed i particolarismi. Un progetto che, partendo dalla candidatura di un autonomista e dall’assunto che l’Autonomia è l’elemento coagulante della comunità trentina, faccia da propulsore per una nuova stagione politica che prepari il terreno anche per le elezioni comunali del 2020.

Come autonomisti – conclude Marchiori – sentiamo la responsabilità di interpretare la linea blockfrei uscita dal Congresso per fornire un contributo originale nel dibattito relativo alle suppletive.

Trento, 10 aprile 2019
 
                                                               Simone Marchiori
                                                          Segretario politico PATT