Privacy Policy

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Valdastico: perplessità dal PATT della Valsugana e della Vallagarina

02/04/2019

Negli scorsi giorni i coordinamenti PATT della Bassa e Alta Valsugana uniti con il Coordinamento PATT della Vallagarina hanno espresso forti perplessità in merito alla possibile uscita a Rovereto Nord della Valdastico. Di seguito i comunicati inviati ai giornali dai vari Coordinamenti.

Il Patt della Vallagarina esprime forte preoccupazione in merito alle dichiarazioni del Presidente della Provincia Fugatti che ha annunciato la decisione, condivisa con il ministero, di iniziare a progettare il completamento della Valdastico con uscita a Rovereto Sud.
Preoccupa soprattutto il fatto che il tutto accada senza un confronto preventivo con i territori e le amministrazioni interessate da questa opera, con totale indifferenza rispetto alle criticità che le comunità lagarine hanno sempre espresso riguardo ad essa.
Ribadendo la nostra totale contrarietà all’uscita in Vallagarina della Valdastico, informiamo che stiamo organizzando una serata pubblica sul tema, la quale avrà luogo entro metà aprile, ed a seguire una giornata di mobilitazione con gazebo in ogni comune della Valle dove verrà lanciata una raccolta di firme contro il completamento della Valdastico in Vallagarina, e per ribadire ancora una volta che per gli autonomisti vengono sempre prima gli interessi del Trentino, dei trentini e la salvaguardia del nostro territorio, e che riteniamo quindi inconcepibile anteporre ad essi le spinte e gli interessi del Veneto.

Stefano Gatti, Coordinatore PATT della Vallagarina

Lorenzo Conci ,Vice Presidente PATT

PATT Valsugana: Valdastico con uscita a Rovereto Sud, come può risolvere i problemi di viabilità in Valsugana?

I coordinamenti PATT di Alta e Bassa Valsugana chiedono chiarimenti sulla proposta della Giunta Fugatti: l’uscita a Rovereto Sud non ridurrebbe il traffico pesante in Valsugana.

Il Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha annunciato l’avvio dell’iter per completare la Valdastico e portare il suo sbocco sulla A22 all’altezza di Rovereto Sud.

Le Sezioni della Valsugana si uniscono alle preoccupazioni espresse dagli autonomisti della Vallagarina. L’uscita a Rovereto Sud, infatti, non risolverebbe il problema del traffico pesante in Valsugana.

Il Patt della Valsugana ritiene di fondamentale importanza il completamento della Valdastico come da tracciato proposto e approvata dalla Giunta Rossi, per evitare che il traffico pesante proveniente dal Veneto settentrionale si scarichi ulteriormente sulla statale della Valsugana andando a compromettere una situazione già delicata.

Prima di prendere certi tipi di scelte bisognerebbe prestare particolare attenzione per evitare di andare contro gli interessi del Trentino piegandosi così alla volontà degli amministratori veneti.

La Valdastico infatti dev’essere un’infrastruttura creata per contenere e indirizzare in modo sostenibile il traffico pesante, garantendo lo sviluppo economico del territorio senza comprometterne l’aspetto ambientale e la sicurezza stradale.

Roberta Bergamo, Vicesegretaria PATT

Nicola Dellai, Coordinatore ambito Valsugana e Bersntol

Federico Ganarin, Coordinatore ambito Valsugana e Tesino