Privacy Policy

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Il Patt esprime solidarietà nei confronti di Agitu Ideo Gudeta per gli inqualificabili gesti di intolleranza nei suoi confronti.

28/08/2018

Agitu

Il PATT esprime piena solidarietà e vicinanza all’imprenditrice di origine etiope, Agitu Ideo Gudeta, che da anni vive e porta avanti la sua attività zootecnica in Valle dei Mocheni. Titolare dell’azienda agricola: “la capra felice”; Agitu è residente a Frassilongo.

L’apprendere, attraverso la stampa, che Agitu Ideo Gudeta e due suoi collaboratori sono stati vittime di aggressioni fisiche e verbali ci lascia senza parole. A rendere il tutto ancora più deprecabile l’aggravante xenofoba e razzista. Tale gesto non appartiene alla nostra cultura e alla civiltà trentina, che siamo certi saprà isolare l’autore di un atto esecrabile da condannare senza attenuanti.

Esprimiamo vicinanza anche alla Comunità Mochena, espressione orgogliosa di una minoranza linguistica aperta e tollerante, che non merita di essere associata a questo tipo di azioni.

Questi atti vigliacchi nascono anche per colpa del clima politico e sociale che si sta sviluppando in Italia e che viene cavalcato dal più becero populismo. Siamo fiduciosi nel lavoro delle nostre Forze dell’Ordine e confidiamo che atti di tale gravità non si ripetano. Le indagini sono affidate  ai carabinieri della stazione di Sant’Orsola, della compagnia di Borgo Valsugana.

Auguriamo ad Agitu Ideo Gudeta e ai suoi collaboratori di poter recuperare al più presto la serenità necessaria per continuare la propria attività, pienamente integrata ed apprezzata dalla propria comunità.